Progetto giovani agricoltori: le attività di marzo

Iniziamo questa relazione sottolineando l’importanza del Progetto Giovani Agricoltori per la Comunità Santa Rita e per la regione da momento che molti ragazzi possono apprendere un mestiere e restare a casa senza doversi spostare nelle grandi città.

Per i govani coinvolti questa è una fase particolare di discussione e decisione per studiare e capire come procedere con le coltivazioni.
In generale, nella società contemporanea, siamo di fronte ad un momento molto difficile sopratutto per i giovani che crescono in campagna, poche sono infatti le prospettive per i futuro e questo è l’obiettivo del nostro progetto: offrire ai ragazzi la formazione giusta per poter lavorare in agricoltura.
Purtroppo le politiche pubbliche sui govani delle zone rurali non sono sufficenti per dare una risposta efficace alle loro esigenze. 
Ecco perchè il nostro progetto è così importate: offre un’imporante occasione ai ragazzi di imparare il confronto e la comunicazione nei processi decisionali. I ragazzi però devono essere in grado di valutare ciò che li circonda, loro stessi, la loro voglia di cambiamento e di impegno.
Ogni area, come l’agricoltura, l’apicoltura e la coltivazione di frutta necessita di pianificazione e dedizione, quindi i giovani devono mostrare grande interesse e motivazione per raggiungere i risultati proposti. Il progetto nasce da un’idea del nostro Presidente Anselmo Castelli che lascia i giovani della comunità di Santa Rita ogni giorno sempre più motivati e pieni di speranza per il loro futuro.
Di seguito descriviamo le attività intraprese in ogni area di progetto giovani agricoltori.

Agricoltura
In agricoltura proseguono le attività: abbiamo riseminato i fagili in alcune aree in cui la prima semina non aveva dato risultati. Nelle altre aree le piantine sono cresciute molto bene e, oltre al fagilo, abbiamo già visto anche la crescita delle piante di manioca e mais.
Siamo soddisfatti delle attività perchè i progressi sono molto soddisfacenti. In questo periodo piove quindi le piantagioni crescono ancora di più e si prospetta un ottimo raccolto.



 Apicoltura
In apicoltura continuano gli obiettivi prestabiliti: aumentare il numero delle api, questo mese infatti ne sono state catturate un po’ di più dei mesi passati, per aumentare la produzione di miele. Manca ancora qualche materiale utile che in zona non siamo riusciti a reperire. I giovani coinvolti in queste attività sono entusiasti dello sviluppo che possono già percepire e si sentono molto coinvolti. 

Frutticoltura
L’attività di frutticoltura ha aumentato in questo periodo la produzione di polpa che è utilizzanta anche a scuola come merenda per gli studenti. Possiamo così garantire per loro ottima frutta perchè coltivata direttamente nella comunità.

Inoltre questo mese abbiamo piantato lattuga, coriandolo, cavolo, anguria, papaia, okra e cetriolino nell’orto Mandala. I ragazzi sono entusiasti perchè vedono realizzati i loro progetti. Basta aumentare un po’ la produzione perchè la domanda nella zona, innanzitutto dalla scuola, è molto forte.