Centro comunitario di S.Teresa d’Avila – Un primo semestre ricco di attività

di Alcina Nogueira (Traduzione di A.Ponzoni)

S.Luis - Le attività del progetto del Centro comunitario di S.Teresa d’Avila nell'anno 2018 sono iniziate con la visita di Anselmo Castelli il 3 gennaio, il quale ha incontrato l'architetto Letície Ayres e ingegnere Lima Neto per vedere i progressi dei lavori del nuovo centro comunitario. Anselmo e gli insegnanti hanno poi stabilito 2 obiettivi per l'anno scolastico: ridurre la timidezza e aumentare l’autostima degli studenti, attraverso lavori di “riscatto”. Le iscrizioni ai corsi si sono tenute nel mese di gennaio fra le strade del quartiere Sol Levante, una zona dove i bambini vivono in condizioni di estrema povertà, sono malati, non hanno accesso all’istruzione, non hanno servizi igienici e non hanno cibo. È stata fatta una mappatura che ha reso possibile presentare il progetto e conoscere ancora meglio la realtà locale.


Bambine in festa

Le attività di ampliamento del Centro comunitario sono iniziate il 20 febbraio. Nello stesso periodo, rispetto allo scorso anno, c'è stato un forte aumento del numero di studenti nella sala di lettura, con la presenza di molti bambini con difficoltà di apprendimento e problemi linguistici, che non avevano mai conosciuto la scuola. Le lezioni più ricercate sono state quelle musicali, in special modo chitarra e tastiera.
Sempre il giorno 20 si è tenuto l'incontro ordinario per la nuova presidenza del progetto, sono stati invitati rappresentanti delle comunità e membri della vecchia dirigenza. L’incontro è stato l’occasione per  spiegare ai genitori l’importanza della loro presenza nella crescita dei figli.
L’8 marzo è stata celebrata la giornata internazionale della donna con conferenze educative circa l'importanza delle donne nella società, soprattutto nell'assistenza sanitaria.
La festa di Pasqua è stata celebrata con grande gioia, i giovani hanno cantato e la musica ha entusiasmato tutta la festa. I bambini hanno ballato nella sala lettura e presentato un pezzo assemblato da loro stessi.


Graffiti del nuovo plesso di S.Teresa Avila

Il 18 aprile, in collaborazione con il gruppo di salute famigliare si è svolta una consultazione con psicologo e logopedista; in particolare, sono stati individuati alcuni casi di bambini che hanno bisogno di monitoraggio e assistenza costante. Sempre il 18 aprile si è tenuta la Giornata nazionale del libro in onore dello scrittore per l’infanzia Monteiro Lobato. Il 19 è stato celebrato il giorno degli “indios”, ossia delle popolazioni indigene che vivevano in Brasile prima dell’arrivo dei colonizzatori.
Durante i mesi di maggio, giugno e luglio le attività sono state orientate alla preparazione della festa Junina e all’inaugurazione del nuovo edificio del centro comunitario. I bambini hanno anche partecipato ad un laboratorio di pittura con l'educatrice Rosa, mentre il graffitista Alol ha dato il suo contributo dipingendo il nuovo edificio con la sua arte.


Pre-inaugurazione del nuovo plesso di S.Teresa d'Avila