Comunità Santa Rita – L’istruzione di qualità il motore per costruire un futuro migliore

Testo di Ideglan Da Silva Pereira (Traduzione di A.Ponzoni)

Durante il mese di giugno sono stati diversificati i progetti nella nostra scuola, con azioni volte all'interazione e alla comunicazione tra studenti.
Sappiamo che la scuola, oltre a proporre azioni incentrate sul contenuto dell'insegnamento, deve anche saper innovare, portando gli studenti a partecipare ai progetti di divertimento scolastico. Il nostro obiettivo è formare gli studenti con un'istruzione di qualità, portando sempre nuove idee in modo da poter trasformare, in meglio, il nostro grande Paese. L'educazione è la chiave di questo cambiamento e la scuola Iris Bulgarelli è sempre alla ricerca di queste proposte e cambiamenti, in modo da guidare bambini e gli adolescenti a sognare giorni migliori.



Gincana studentesca
Per migliorare l’interazione tra studenti è stata proposta una “Gincana”,  ossia una gara nella quale ragazzi e ragazze hanno percorso un tracciato con ostacoli, da eseguire nel minor tempo possibile. Si è trattato di un’attività multidisciplinare che ha creato “affiatamento” tra gli studenti.

Progetto leggere, scrivere e pensare
Questo progetto è stato mirato a focalizzare l’attenzione degli studenti su alcuni temi legati al Brasile, tra cui l'importanza dell'etica nella vita quotidiana per combattere la corruzione. Si sono formate numerose discussioni, si sono creati dibattiti e sono state organizzate conferenze sull’argomento. Al termine del progetto, gli studenti si sono cimentati nella preparazione di una relazione.

Festa Juninas
Le festività di giugno sono le feste più tradizionali del nostro Paese e sono caratterizzate da stand con cibi tipici, balli e costumi che vengono tramandati di generazione in generazione. Le festività di giugno sono arrivate a incoronare la fine della prima metà del 2018, che speriamo possa sviluppare diverse azioni in futuro, per trasformare la nostra realtà e la realtà di molti bambini e adolescenti.
Tutto questo è stato reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Senza Frontiere-Onlus, in special modo nella figura del nostro presidente Anselmo Castelli.