Obiettivi di sviluppo del millennio

Obiettivi di sviluppo del millennio


La Dichiarazione del Millennio, sottoscritta da 189 paesi, include impegni urgenti e collettivi per superare la povertà che affligge ancora la maggior parte della popolazione mondiale.


 

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha inoltre richiesto al Segretario Generale delle Nazioni Unite di preparare una mappa per il raggiungimento degli impegni della Dichiarazione - da cui sono scaturiti gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, costituiti da 8 Obiettivi, 18 traguardi e 48 indicatori.


Una novità è stato il riconoscimento esplicito che gli Obiettivi per l'eliminazione della povertà possono essere raggiunti solamente attraverso partnership più forti tra i protagonisti dello sviluppo e attraverso un'azione più estesa da parte dei paesi ricchi - espansione del commercio, riduzione del debito, trasferimento di tecnologia e fornitura di aiuto. E il livello di risultati raggiunti, che sarà misurato attraverso un aggiornamento costante dei dati relativi ai 48 indicatori definiti nel Vertice, sarà il metro con cui tutti, dai soggetti di cooperazione internazionale agli attori della società civile nazionale, giudicheranno l'operato del governo e di tutte gli altri operatori della cooperazione allo sviluppo.


ELENCO DEGLI OBIETTIVI:


 

1. SRADICARE LA FAME E LA POVERTÀ ESTREMA

1.1 Dimezzare il numero di persone con un reddito giornaliero inferiore ad un dollaro.

1.2 Dimezzare il numero di persone che soffrono la fame.


2. RAGGIUNGERE L'EDUCAZIONE PRIMARIA PER TUTTI (entro il 2015)

2.1 Assicurare a tutti i bambini il completamento dell'educazione primaria


3. PROMUOVERE L'EQUITÀ DI GENERE E L'EMPOWERMENT DELLE DONNE

3.1 Eliminare la disparità di genere nell'educazione primaria e negli altri livelli di istruzione entro il 2015


4. RIDURRE LA MORTALITÀ INFANTILE

4.1 Ridurre di 2/3 il tasso di mortalità dei bambini minori di 5 anni


5. MIGLIORARE LA SALUTE RIPRODUTTIVA

5.1 Ridurre di 2/3 il tasso di mortalità puerperale


6. COMBATTERE L'AIDS, LA MALARIA E LE ALTRE MALATTIE INFETTIVE

6.1 Fermare e, possibilmente, ribaltare la diffusione dell'AIDS

6.2 Fermare e, possibilmente, ribaltare l'incidenza della malaria e della tubercolosi


7. ASSICURARE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

7.1 Integrare i principi dello sviluppo sostenibile nelle politiche nazionali e ribaltare i processi di degrado e perdita delle risorse naturali

7.2 Dimezzare, entro il 2015, il numero di persone senza accesso all'acqua potabile

7.3 Ottenere, entro il 2020, miglioramenti significativi nella qualità della vita di almeno 100 milioni di persone che abitano in zone urbano marginali


8. PROMUOVERE UNA PARTNERSHIP GLOBALE PER LO SVILUPPO

8.1 Consolidare un sistema finanziario e commerciale aperto, con regole chiare, prevedibile e non discriminatorio, che includa un impegno comune per il buon governo, lo sviluppo e la riduzione della povertà

8.2 Affrontare i problemi dei PVS debitori attraverso misure nazionali e internazionali orientate a rendere sostenibile il debito nel lungo periodo

8.3 Trovare risposte adeguate ai bisogni specifici di alcune categorie di paesi (LDCs, piccole isole, ecc.)

8.4 Identificare ed implementare, in cooperazione con i paesi in via di sviluppo, strategie e politiche per poter offrire ai giovani lavori decorosi e produttivi

8.5 Assicurare, in collaborazione con le imprese farmaceutiche, la disponibilità dei farmaci essenziali, a prezzi ragionevoli, nei paesi in via di sviluppo

8.6 Rendere disponibili, in cooperazione con il settore privato, i benefici delle nuove tecnologie nei paesi in via di sviluppo, ed in particolare di quelle informative e comunicative.