11 - Giovani carcerati di Kampala

11- Giovani carcerati di Kampala
 

 

Stato di avanzamento: Realizzato
Località: Uganda
Intervento: Recupero e rieducazione di giovani carcerati ugandesi

 

 

A 10 Km da Kampala esiste un riformatorio (carcere) dove circa 200 giovani sono rinchiusi e stipati in due scuri stanzoni, giorno e notte e molti di loro senza un letto o materasso. Grazie all'interessamento dei missionari Comboniani è stato possibile costruire un ampliamento dei vecchi edifici del riformatorio dando così la possibilità ai giovani di godersi ogni giorno qualche ora di verde, sole ed aria libera, sia pure in uno spazio molto ristretto. A Kampala, come in tanti altri paesi del mondo, esiste il grave problema dei ragazzi di strada che, sparsi in gruppetti, vivono dei rifiuti della città o di furtarelli quando si presenta l'occasione buona. Fortunati sono quelli che ce la fanno a guadagnarsi quattro soldi con qualche servizietto. Ma ci sono anche quelli che sono troppo piccoli per questo.

XI carceratiKampala

 

Se fossimo in Brasile, forse ci sarebbe chi ci pensa a disfarsi (per il bene comune) di questi marmocchi "pericolosi". Qui mai si sognerebbero di arrivare fino a tanto. Però vedo che la tendenza comune è... "non ti curar di lor, ma guarda (dall'altra parte) e passa". E d'altra parte, chi non ha già un nugolo di "figli" a casa da curare? I ragazzi della strada sono appunto il risultato di famiglie dissestate e sovrappopolate di figli e nipoti. I tanti genitori che muoiono di AIDS lasciano i figli a parenti che spesso li trattano come figli di seconda classe. Purtroppo la tendenza comune è di considerare questi ragazzi come anormali. Ma non lo sono affatto, salvo rare eccezioni. Mancano di affetto e di sufficiente nutrimento. Le attività culturali e anche ricreative organizzate per loro li attraggono poco, anzi li disilludono, perchè quello di cui hanno più urgente bisogno è qualcosa da mangiare. In questo si distinguono dai giovani del riformatorio che almeno un po' di polenta e fagioli ce l'hanno sempre. Ma, nonostante tutto, i giovani preferiscono scorazzare in libertà tra i buchi luridi della città, mentre, non potendo scegliere, alla loro (cosidetta) famiglia preferiscono il riformatorio. C'è una comunità di Suore africane che tra i vari progetti assistenziali sono disposte ad ospitare ragazzi della strada. Ma finora hanno difficoltà a trattenerli perchè non si adattano a fare lavoretti e ad accettare un po' di disciplina. Continuano a fuggire, preferiscono la fame in libertà ai pasti assicurati in convento. Ma tutti sono d'accordo di continuare a cercare e perseguire la via del recupero e dell'integrazione.Un bravo giovanotto è riuscito ad ottenere dalle autorità municipali un pezzo di palude per sistemarvi ragazzi della strada. E' riuscito a disinfestare il luogo dai ladri, ha ottenuto qualche tenda da una organizzazione e cibo quotidiano (polenta e fagioli, non di più) dalla FAO. Hanno scavato uno stagno per l'allevamento dei pesci, iniziano allevamenti di conigli e galline, ma tutto all'aperto (all'opposto del riformatorio): sotto il sole, la pioggia, nel fango, alla mercé delle zanzare malariche.

Le offerte per questo progetto sono libere.

Responsabile in loco
Padre Giuseppe Valente Comboni Missionaries Novitiate Namugongo - P.O. Box 3872 Kampala - Uganda Tel. 0025-641-222005
 

Responsabile Italia
Anselmo Castelli
Fondazione Senza Frontiere - Onlus
Via S. Apollonio n. 6 - 46042 Castel Goffredo (MN) - Italia
Codice Fiscale n. 90008460207 e Partita IVA n. 01887890208
Tel. 0039-0376-781314
Fax 0039-0376-772672
Recapito skype: anselmocastellifsf
http://www.senzafrontiere.com
e-mail: tenuapol@tin.it
Registro persone giuridiche Provincia di Mantova n. 243


Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Registro persone giuridiche Provincia di Mantova n. 243